Le posate prestigiose – stili del Settecento breve cenno

 

MIGLIORE Il logo Cuochi di Ornyboy 400 per 340.jpgQuando vogliamo fare bella figura a tavola pensiamo soprattutto alle “cibarie” vero? Iniziamo ad impazzire su cosa potrà piacere o non piacere ai nostri amati ospiti e magari iniziamo a navigare su internet o prendiamo il nostro “famoso” libro di ricette che ci regalò nostra madre alla ricerca della ricetta del “secolo”. Ebbene la bella figura nei confronti degli amici inizia già dalla tavola e da come si presenta, nel senso di come abbiamo messo la tovaglia e di quale colore è. Se magari questa si intona con il resto e cioè le posate, i piatti e gli altri oggetti tipici come la saliera, l’oliera etc.

Premesso che ognuno si può divertire e gustare il cibo a tavola anche con posate e piatti di plastica o come meglio crede, qui in questo articolo voglio brevemente parlarvi di alcune delle posate più prestigiose nella storia che venivano usate addirittura da principi e da Re nel Settecento nei loro celebri banchetti che come molti sanno duravano davvero molte ore. Queste importanti posate di cui parliamo sono le Barocche, le Chippendale, le Barocchino, le Luigi XV, le Luigi XVI e le Regina Anna. Sotto vedrete una breve descrizione e un piccola immagine di queste famose posate, in modo da farvi una vostra idea personale sul gusto dei nobili di un tempo. Ho aggiunto poi alcuni consigli della “famosa” nonna per quanto riguarda le tovaglie, i piatti e i bicchieri che si possono intonare. Ma penso che alla fine ognuno di Voi debba andare col proprio gusto personale, con quello che più gli piace e vedrà che farà sempre il suo bel figurone con gli ospiti.  

 

Le posate stile barocco.

posate Barocche.JPGLe posate in stile barocco hanno il manico elegantemente sagomato e ornato da una serie di riccioli e volute. Stanno benissimo su una tovaglia di una delicata tinta pastello la cui trama arabescata ricordi la leggerezza di un antico pizzo. I piatti potranno essere in porcellana inglese, color avorio magari e col bordo a tralci di fiori in rilievo, oppure di porcellana bianca ma sempre col bordo decorato in rilievo. I bicchieri a forma di calice. (vediamo a lato le posate e sotto un particolare)

part posate barocco.JPG

 

 

Le posate in stile barocchino.

posate barocchino.JPGMolto più semplici di quelle barocche sono le posate in stile “barocchino”. Questi hanno il manico che verso il basso si allarga a spatola e si arricchisce di una decorazione incisa. Se si usano su una tovaglia di fiandra dello stesso stile saranno molto eleganti. Accompagnatele con un servizio di piatti di ispirazione settecentesca e con dei bicchieri cilindrici magari con un piccolo bordino in oro (vediamo a lato le posate e sotto un particolare).

part posate Barocchino.JPG

 

 

Le posate in stile Luigi XV

posate Luigi XV.JPGQuesto tipo di posate sono molto preziose e sicuramente raffinate, hanno il manico svasato guarnito in basso ed in alto con un motivo che ricorda una sorta di conchiglia. Le posate in stile Luigi XV,andrebbero a meraviglia con una tovaglia di tulle o di organza, bianca e ricamata. I piatti potrebbero essere in stile settecentesco, decorati con paesaggi e fiori magari di gusto orientale. I bicchieri a calice di cristallo sfaccettato (vediamo a lato le posate e sotto un particolare).

 

part posate Luigi XV.JPG

 

 

Le posate Regina Anna.

posate Regina Anna.JPGLe posate chiamate Regina Anna hanno il manico guarnito da una duplice filettatura interrotta in basso e in alto da un motivo di perline. La tovaglia ideale per queste posate potrebbe essere di mussola a tinta pastello con dei ricami bianchi. I piatti in porcellana bianca con una leggera decorazione, mentre i bicchieri a calice. (vediamo a lato le posate e sotto un particolare)

 

part posate Regina Anna.JPG

 

 

Le posate in stile Luigi XVI.

posate Luigi XVI.JPGQueste posate sono tra tutte quelle in stile qui elencate le più “moderne” e anche le più sobrie. Il manico è contornato da tre leggeri profili in rilievo interrotti ogni tanto da un piccolo motivo. Queste posate si adattano sia a una tovaglia impegnativa che a una tovaglia “normale”. Nell’esempio sotto la tovaglia è in bisso di color verde ricamata bianca. I piatti sono bianchi con bordo d’orato e i bicchieri a calici (vediamo le posate a lato e sotto un particolare).

 

part posate Luigi XVI.JPG

 

 

Le posate Chippendale.

posate Chippendale.JPGQueste posate sono dotate di manico con triplice filettatura dove ritorna il motivo della conchiglia. La tovaglia può essere di fiandra o pizzo (raffinata) oppure di lino o bisso (normale). Piatti avorio con bordo sagomato, i bicchieri di forma cilindrica (vediamo le posate a lato e sotto un particolare).

 

part posate Chippendale.JPG

 

 

Come sempre aspettiamo con piacere i vostri commenti in merito all’articolo letto magari aggiungendo qualcosa di nuovo per i lettori del blog.

 

Le posate prestigiose – stili del Settecento breve cennoultima modifica: 2012-11-09T13:30:00+01:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Le posate prestigiose – stili del Settecento breve cenno

  1. Ciao carissima Scarlet, è vero l’ articolo non tratta purtroppo tutto sulle posate prestigiose antiche o meno, anche perchè cerco di farli sempre brevi, per il fatto di non annoiare chi legge. Comunque cercherò di farne uno che parli anche delle posate in stile inglese. Intanto magari se Tu avresti del materiale su ciò, magari potremmmo pubblicarlo sul blog a nome Tuo, ti andrebbe l’ idea?
    Per il momento ti saluto e spero a presto, ciao Scarlet.

Lascia un commento