La cucina del Piemonte – un breve cenno storico gastronomico e alcune ricette tipiche della Regione

 

MIGLIORE Il logo Cuochi di Ornyboy 400 per 340.jpgIl Piemonte è considerata come una delle Regioni italiane, che quando si tratta di tradizioni culinarie, non è seconda a nessuno, forse anche più dell’ Emilia, che viene normalmente citata come la più opulenta.

Il Piemonte, con le sue caratteristiche geografiche, come le alte montagne delle Alpi, le colline, le verdi e immense pianure ed i suoi fiumi, tra i quali il più lungo (il Po), ci offre una gamma di prodotti di grande qualità. Famosi sono i latticini, i cereali, gli ortaggi, la frutta, fino alle carni e ai suoi famosi vini celebrati in tutto il mondo. La gastronomia del Piemonte, a quanto si racconta con leggende e storie, affonda le sue radici in un passato molto lontano.

Di un piatto piemontese in particolare chiamato “tapulon“, si narra addirittura che fu inventato circa mille anni fa.

In passato, la carne era solo privilegio di pochissimi, ed gli animali venivano sfruttati per il lavoro nei campi, sino a che diventavano vecchi e stanchi. In questo modo, la loro carne però, era troppo vecchia e coriacea, e allora si usava marinarli nei vini piemontesi, robusti e aromatici, i quali coprivano con efficacia il periodo della frollatura, dando sapori e morbidezza ai pezzi di carne grossa.

Il piatto che ancora oggi esemplifica al meglio questo modo di cucinare alla piemontese, è senza dubbio il Brasato al Barolo, che è il connubio trionfale, tra la pregiata carne bovina e un vino tra i più eccellenti del Piemonte.

Non solo di carne è famoso il Piemonte, anzi forse, il piatto più tipico di questa regione, è la “bagna cauda“, che è un insieme di verdure crude di varie qualità, intinte in una “bagna” fortemente aromatizzata con l’ aglio.

Un altro simbolo del Piemonte è anche il tartufo. Non vi è piatto piemontese, a detta dei suoi abitanti, che non possa ricevere alcune lamelle profumatissime di tartufo bianco.

Alla tradizione gastronomica piemontese, appartengono anche alcune “paste” fresche, come le tagliatelle o taglierini (i tajarin), e alcune paste di sfoglia, che servono a preparare i famosi agnolotti o magari i ravioli.

Per quanto riguarda i condimenti, di solito i piemontesi preferiscono il burro, lo strutto o il lardo, evitando l’ olio.

Possiamo anche dire che visto la vicinanza con la Francia, alcuni piatti tipici piemontesi, sono molto delicati, e la cucina è molto sobria e nobile, in questi casi.

 

Se vi fa piacere, potete leggere alcune ricette tipiche del Piemonte, su questo stesso blog. Queste ricette sono: gli Agnolotti o agnellotti, l’ antipasto di peperoni, la famosa bagna cauda, il brasato al Barolo, le verdure con salsa povr’ om, il Tapulon di carne d’ asino (specialità di Borgomanero), lo Zabaione e il Bonet rivisto che è un dolce tipico di questa Regione. Li potete trovare facilmente cliccando nelle categorie, su “la cucina piemontese“, qualcuna di queste è presente anche nelle liste del blog, delle ricette più famose.

 

Arrivederci a presto

La cucina del Piemonte – un breve cenno storico gastronomico e alcune ricette tipiche della Regioneultima modifica: 2010-02-21T14:21:07+01:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento