Il Radicchio Tardivo marinato – Ricetta proposta da Luisa

 

 

(Ricetta proposta dalla nostra Amica Luisa B.)

RADICCHIO TARDIVO MARINATO


Ingredienti e preparazione

4 ciuffi di Radicchi Tardivo tagliato in lunghezza a 8 spicchi per ciuffo e tenendo la radice dopo averla pulita. Lavarlo e lasciandolo a bagno nell’ acqua fredda.

Preparare la marinata ponendo sul fuoco a freddo in una pentola molto capiente:

2 litri di acqua fredda, mezzo litro di aceto bianco, un bicchiere di vino bianco secco, 150 grammi di zucchero, un cucchiaio di sale grosso, 4 chiodi di garofano, 5 o 6 foglie di alloro, un pizzico di peperoncino, 2 pizzichi di pepe bianco. Portare il tutto a bollore e quindi mettere gli spicchi di radicchio avendo l’ accortezza di schiacciarli dentro il tegame, perché hanno la tendenza a salire in superficie.

Anche se l’ acqua non riprende il bollore, ma il radicchio è divenuto rosato e appena appena trasparente nelle coste, deve essere scolato, perché deve rimanere un po’ “nervoso”, e non completamente cotto (e poi con un po’ di esperienza e con il proprio gusto si trova il punto giusto di cottura!!!).

Si lascia raffreddare e nel frattempo, si prepara il condimento che deve essere abbondante, mi raccomando!

In una capace pirofila, si mette mezzo litro di olio del tipo pugliese (un po’ aromatico e deciso di gusto), aggiungiamo 4 spicchi di aglio affettati e senza anima, del basilico fresco tritato (anche secco o addirittura un cucchiaino di pesto genovese), un cucchiaino di origano e un cucchiaino di semi di finocchio.

Si mescola bene il tutto che può essere preparato anche il giorno prima, e si unisce il radicchio, stendendolo bene e facendo si che sia ben coperto d’ olio.

Se tenuto coperto in frigo, dura anche 20 giorni ed è addirittura più buono!

L’ olio che è in esubero è stupendo per condire le patate lesse… quindi anche se avanza, non va sprecato.

Consigli vari da Luisa

Questa ricetta è molto apprezzata tra gli Amici di Luisa, anche perché se a questo piatto si abbina qualche varietà di formaggi o anche del semplicissimo (si fa per dire) bollito, aiuta a soddisfare il palato, se al tutto aggiungiamo del buon pane. E tutto questo per fare una meravigliosa cena tra Amici.

Le varianti (come ingrediente principale) del piatto possono essere l’ insalata belga, la cipolla di Tropea, le zucchine tagliate sottili con un pelapatate o le melanzane lunghe a rotelline di mezzo centimetro.

Luisa spesso nella marinata cucina altri tipi di verdura, che condisce allo stesso modo, ma poi differenzia mettendo le olive “taggiasche” nelle zucchine o i pomodorini secchi nella cipolla di Tropea, o ancora i capperi nelle melanzane… insomma, provate ad usare un poco della Vostra fantasia, Ok?!

Accetto critiche, commenti e elogi su questa ricetta.

Saluti e Auguri da Luisa.


Questa ottima ricetta veneta, ci è stata mandata da una Amica del blog, Luisa Boni, che ringrazio di vero cuore.

Io con grande piacere senza nessuna modifica o aggiunta al testo, la pubblico sul blog nella Rubrica dedicata alle Vostre ricette, invitandovi a provarla e a mandarne di Vostre, se vi fa piacere (tramite i commenti del blog o tramite e mail).

Il Radicchio Tardivo marinato – Ricetta proposta da Luisaultima modifica: 2011-01-05T13:46:00+01:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento