Come servire il caffè agli ospiti con i vecchi ma saggi consigli della Nonna

cucina, consigli in cucina, caffè, ospiti a casa, servire il caffè, La nostra cara, simpatica ma soprattutto saggia Nonna attraverso i suoi bellissimi ricordi di un passato che fu, ci racconta come durante i suoi meravigliosi tempi (questo detto da Lei ma visto come viviamo oggi nella nostra “frenetica e moderna” Italia piena di crisi in tutti i campi grazie ai nostri furbi politici che ci governano, sono pienamente d’accordo con la Nonna su quale siano i tempi migliori e meravigliosi) era buon uso offrire il caffè a chi veniva a farci una visita, sia pure per un breve saluto nel primo pomeriggio o magari subito dopo cena. La Nonna aggiunge anche che bisogna essere certe di fare un “ottimo” caffè. Le deprimenti brodaglie, che certe signore propinavano ai loro ospiti, sono una vera tortura per qualsiasi estimatore di caffè.

Il suo consiglio in questi particolari casi (cioè di non avere le capacità necessarie o i mezzi per fare un buon caffè) è quello di offrire qualche altra cosa come per esempio un liquorino, magari di quelli fatti in casa. Se invece riuscite a fare un ottimo caffè di quello che non disonori chi l’ha preparato, facciamolo e offriamolo nel modo seguente tenendo a mente questi semplici consigli:

disponiamo le tazzine ognuna col suo cucchiaino su un vassoio adatto e pulito. Mettiamo accanto ad esse sul vassoio la zuccheriera abbinata dopo averla riempita bene con lo zucchero. Quando il vostro caffè è pronto, possiamo travasarlo dalla nostra bella “napoletana” o Moka (che è la tradizionale macchinetta per fare il buon caffè italiano che vediamo in immagine) nella caffettiera del servizio o se volete in un altra d’argento o di peltro (che avremo in precedenza scaldato) e, da questa versiamo il caffè nelle tazzine, sotto gli occhi dei nostri ospiti. La Nonna ci ricorda che il caffè non va mai versato e diviso in cucina e presentato nelle tazzine agli ospiti. Se abbiamo una certa confidenza con i nostri ospiti, il caffè possiamo versarlo direttamente dalla “napoletana”. Col caffè era buona cosa per la Nonna offrire dei cioccolatini o dei canditi. Il caffè deve essere normalmente offerto in salotto o in un angolo del soggiorno. Ai tempi della Nonna e per chi aveva la possibilità, il caffè veniva servito dalla cameriera che portava il vassoio con le tazzine e la zuccheriera posandolo sul tavolino, dopo portava anche la caffettiera e versava man mano il caffè nelle tazzine che offrirà agli ospiti. Lo zucchero verrà messo dagli ospiti stessi secondo i loro gusti. Questo lavoro se vuole può farlo anche la padrona di casa e magari la cameriera o la figlia più grande a porgere le tazzine e lo zucchero agli ospiti.

Anche dopo un ottimo pranzo molto elegante si passa in salotto a prendere il caffè. Se si vuole prendere il caffè a tavola e bene disporre tazzine, zuccheriera e caffettiera su un carrello che sarà spinto attorno al tavolo alle spalle degli ospiti. La tazzina riempita di volta in volta, viene posta da destra davanti al commensale e la padrona di casa può chiedere quanto zucchero vuole, versandolo lei stessa.

Come servire il caffè agli ospiti con i vecchi ma saggi consigli della Nonnaultima modifica: 2012-04-13T14:08:00+02:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento